In cosa consiste il trapianto di capelli

In cosa consiste il trapianto di capelli

Quando si parla di calvizie, soprattutto maschile, sono molte le questioni che sorgono: questo è dovuto, in parte, al fatto che questa patologia (chiamata anche alopecia androgenetica) colpisce una percentuale molto alta della popolazione. Il trapianto di capelli risulta essere una delle  migliori e definitive soluzioni per chiunque soffra di questa problematica. In questo articolo vogliamo spiegarti nello specifico in che cosa consiste il trapianto di capelli e come mai può essere considerata una tra le migliori opzioni per porre fine all’alopecia.

Anche se con una diversa intensità, la calvizie ha una maggiore incidenza negli individui che hanno superato i 50 anni di età, tuttavia, dipendendo da numerosi fattori, può verificarsi anche in altre fasi della vita. 

La perdita di capelli

La perdita di capelli potrebbe causare anche una perdita di autostima, in quanto la persona affetta da questa problematica potrebbe cominciare a sentirsi meno attraente e più insicura, arrivando, talvolta, anche ad evitare sempre più le relazioni sociali. Pertanto, la calvizie, oltre ad essere una delle problematiche più comuni che colpiscono i giovani, può avere delle conseguenze importanti sulla vita e sul benessere delle persone, e potrebbe aumentare l’isolamento e la depressione. Questa patologia oltre ad avere un impatto sull’estetica dell’individuo è legata, prima di tutto alla sua salute e deve essere trattata in un ambiente clinico, con un percorso adeguato e controlli successivi.

Di fronte a problemi di alopecia la cosa migliore è affidarsi alla valutazione di un professionista medico, il quale ci fornirà una diagnosi che detterà il trattamento da seguire. Può variare tra i prodotti ad applicazione topica, farmaci, trattamenti e/o trapianto di capelli.

Il trattamento più efficace, che costituisce la cura praticamente definitiva alla calvizie è il trapianto di capelli. Sarà di vitale importanza che sia uno specialista a realizzare la valutazione del singolo caso, verificando il grado di calvizie, la qualità del follicolo e il cuoio capelluto.

Naturalmente, l’eredità genetica gioca un ruolo fondamentale nella caduta dei capelli. Questo processo può essere influenzato da fattori esterni che lo aggravano (stress, alimenti, prodotti o tecniche del parrucchiere aggressive). Quando l’alopecia appare, la soluzione più efficace è il trapianto di capelli, che consiste nell’estrazione di unità follicolari sane dalla zona donatrice e nel successivo impianto nella zona colpita.

Che cos’è il trapianto di capelli?

Il trapianto di capelli consiste nel portare alcune unità follicolari della zona donatrice (di norma la nuca) nelle zone in cui non ci sono capelli. In questo modo ricresceranno senza rischio di rigetto per il paziente. Oggi, grazie agli sviluppi tecnologici nel campo del trapianto di capelli è possibile recuperare la densità e il volume dei capelli perso.

Il trapianto di capelli dev’essere eseguito da un team medico che utilizzi tecnologia e attrezzature motorizzate di alta precisione, in modo da poter ripristinare la densità dei capelli nelle zone in cui la loro mancanza è irreversibile.

L’intervento di trapianto è praticamente indolore in quanto viene somministrata anestesia locale che elimina la sensibilità nelle zone di estrazione e di impianto. Una delle procedure più utilizzate e attuali è la tecnica FUE (Follicular Unit Extraction), la quale fornisce risultati migliori poiché le unità follicolari vengono estratte ed impiantate una ad una, garantendo un aspetto finale naturale.

Tuttavia, il risultato finale del trapianto dipende essenzialmente dalla qualità del materiale follicolare, dall’attrezzatura utilizzata e dal livello di specializzazione dei professionisti che lo eseguono.

Il trapianto di capelli è una procedura praticamente indolore, semplice e sicura che garantisce risultati naturali. L’intervento è praticamente indolore in quanto, come già detto in precedenza, viene somministrata anestesia locale che elimina la sensibilità nelle zone di estrazione ed impianto.

Ciò fa in modo che il paziente resti sveglio durante il trattamento e che possa seguire tutta la procedura: potrà guardare la televisione, parlare, usare il cellulare, ecc.

Affinché l’intervento non lasci cicatrici visibili è sempre necessario che venga eseguito da un team di professionisti con la strumentazione tecnologica adeguata. I risultati saranno di qualità e l’esecuzione sarà rapida.

Sicurezza

Il trapianto di capelli è una procedura affidabile, in quanto le unità follicolari vengono ottenute dalla zona donatrice del cuoio capelluto del paziente stesso, rendendo il rischio di rigetto praticamente inesistente. Inoltre se eseguito da un team di professionisti e con strumentazioni tecnologiche moderne e innovative le possibili problematiche vanno praticamente ad azzerarsi. 

Rilevare se la perdita di capelli è normale

La normale perdita di capelli si aggira sui 100 capelli al giorno, e questo numero può aumentare fino a 150 in alcuni casi. Un numero maggiore risulterebbe preoccupante e potrebbe significare che la loro densità sia a rischio. Uno dei modi grazie al quale è possibile verificare se la caduta è eccessiva è quello di controllare la quantità di capelli nello scarico della vasca o sul pavimento dopo essersi pettinati è molto elevata. Se fosse così, è molto probabile che si abbia una caduta eccessiva, pertanto sarebbe raccomandabile andare ad una consulenza con un professionista affinché possa fornire una diagnosi del singolo caso senza impegno.

Cause

È dimostrato che attraversare situazioni di  grande stress emotivo può portare alla perdita di capelli, arrivando ad aumentare di circa 11 volte le probabilità di perderli rispetto a chi non soffre di stress. Inoltre, può succedere sia agli uomini che alle donne indistintamente.

Un’altra possibile causa sono gli elastici per capelli, in particolare quando sono di un materiale molto duro e aggressivo, per questo motivo è preferibile utilizzare quelli di silicone o quelli rivestiti in tessuto. In caso contrario possono danneggiare il capello, rendendolo più suscettibile alla caduta, a causa degli strappi che generano. È la cosiddetta perdita di capelli da trazione, che si verifica con l’uso prolungato di elastici o spazzole per capelli troppo aggressive.

La genetica è un altro fattore che può influenzare la caduta dei nostri capelli. Anche se di fronte a questo problema non esistono rimedi naturali.

Quando si vedranno i risultati

Dopo 6 mesi dal trapianto di capelli cominciano a vedersi chiaramente i primi risultati, ma in numerosi casi, soprattutto se vengono abbinati dei trattamenti complementari è possibile vedere i primi risultati già dopo tre o quattro mesi.

Come scegliere il centro per eseguire un trapianto di capelli

Il trapianto di capelli è una procedura molto minuziosa, l’estrazione e l’impianto richiedono un team medico con un’elevata conoscenza tecnica e un’esperienza comprovata dai numerosi trapianti effettuati.

Per questo motivo il Gruppo Insparya – un network specializzato in alopecia e trapianti di capelli che si concentra sulle persone che soffrono di alopecia – investe molto in ricerca e sviluppo tecnologico con l’obiettivo di migliorare ulteriormente i risultati ottenuti e forma personalmente tutti i suoi medici e infermieri.